Disartria

Il termine disartria indica disordini del linguaggio (eloquio) dovuti ad un mancato controllo dei muscoli che permettono di realizzarne la sua articolazione, ossia la capacità dell’individuo di produrre suoni articolati (fonemi). La disartria quindi è un disturbo che interessa principalmente l’esecuzione del movimento. Esistono varie tipologie di disartria che vengono classificate in base alla sede della lesione: disartria flaccida, spastica, atassica, ipocinetica, ipercinetica e mista.

La disartria comporta una compromissione della comunicazione verbale (lentezza articolatoria, difficoltà a realizzare il suono target, riduzione della comprensibilità del parlato), caratterizzata dalla realizzazione di errori costanti e da una capacità di scrittura generalmente conservata.