Disfagia

La disfagia è il termine medico per definire la difficoltà di passaggio dei cibi e delle bevande dalla bocca fino allo stomaco. Il fenomeno della disfagia è più frequente negli anziani, ma le cause che possono provocare difficoltà di deglutizione sono molteplici e possono insorgere in persone di tutte le età.

I disturbi della deglutizione si stima riguardino circa l’8% della popolazione mondiale e la percentuale sale all’11-16% negli anziani.

Esistono principalmente due tipologie di disfagia:

  • disfagia orofaringea:difficoltà ad iniziare la deglutizione e far passare il cibo dalla bocca all’esofago.
  • disfagia esofagea:difficoltà nel passaggio del cibo nell’esofago

Le cause principali della disfagia

La disfagia è spesso provocata da un disturbo, una sindrome o una malattia che colpisce i nervi e i muscoli di lingua, bocca o gola che portano a difficoltà di coordinazione e/o controllo della deglutizione.

Le principali cause della disfagia si possono raggruppare:

  • Età
    • negli anziani si ha una progressiva alterazione della funzionalità nervosa e muscolare
  • Cause meccaniche
    • Crescita anomala o cambiamenti strutturali dell’esofago
    • Malattie infiammatorie delle strutture della deglutizione
    • Reflusso gastrico cronico
  • Cause neuro-muscolari
    • Malattie neuromuscolari e neurodegenerative (Alzheimer, Parkinson, …)
    • Ictus cerebrale
    • Demenza
  • Cause strutturali a livello testa-collo
    • Traumi alla testa o al midollo spinale
    • Alcuni tipi di tumori
    • Radio-terapia nella zona testa-collo