Supporto alla persona

Il supporto alla persona:

Concentrazione dell’attenzione sulla persona, e quindi sull’esperienza quale oggetto essenziale degli studi sull’uomo. Sia il comportamento manifesto che le interpretazioni teoriche sono, in questa ottica, considerati secondari rispetto all’esperienza ed al suo significato per la persona.

Interesse particolare per certe qualità tipicamente umane come la scelta, creatività, l’autorealizzazione contrapposte ad una concezione dell’uomo di stampo meccanicista, riduzionista e determinista.

Nella selezione dei problemi e nei metodi di ricerca, attribuzione di priorità al bisogno di significatività rispetto a quello di mera oggettività, dunque si focalizza l’attenzione non sul sintomo (uomo malato) ma sulla persona (uomo sano).

Valorizzazione della dignità della persona e interesse primario allo sviluppo del potenziale di ogni essere umano.

Il supporto alla persona nella rielaborazione di una diagnosi:

I pazienti che devono affrontare una malattia complessa come una diagnosi di malattia neuromuscolare e/o neurologica, spesso perdono le sicurezze su cui hanno fondato il loro equilibrio di una vita e cercano, attraverso la richiesta di un colloquio, l’aiuto necessario per affrontare la malattia durante le diverse fasi.
Infatti il disagio manifestato in un determinato momento, spesso non dipende da un disturbo psicopatologico, ma dal trauma provocato dalla malattia.
Il lavoro viene svolto elaborando il momento di crisi, attraverso cui avviene la presa di coscienza, su diversi livelli, della situazione clinica, psicologica, dell’impatto della malattia sulla qualità di vita.
Obiettivo principale degli incontri è tentare di ri-trovare soluzioni di adattamento alla nuova situazione di malattia acuta o cronica.